x

x

Vai al contenuto

Esonero Garcia: incontro Tudor-De Laurentiis

Esonero Garcia: incontro Tudor-De Laurentiis

Il Napoli è sempre più vicino al cambio in panchina. Dopo la deludente sconfitta per 1-0 contro l’Empoli, che ha allontanato i partenopei dalla vetta della classifica, il presidente Aurelio De Laurentiis ha deciso di accelerare i tempi per trovare il sostituto di Rudi Garcia, ormai in bilico.

Leggi anche: Lungo colloquio Garcia-De Laurentiis: il verdetto

Leggi anche: L’Udinese ha esonerato Tudor. Di Biagio il favorito, nell’attesa squadra a Gotti

Secondo le ultime indiscrezioni, De Laurentiis ha incontrato a Roma Igor Tudor, il tecnico croato che ha guidato in Italia Udinese e Verona, reduce da un’esperienza agrodolce sulla panchina del Marsiglia. L’incontro si è svolto nella giornata di lunedì, in un hotel della capitale, alla presenza anche dell’agente di Tudor, Giovanni Branchini.

Colloquio di due ore

Il colloquio tra De Laurentiis e Tudor è durato circa due ore e ha avuto esito positivo. Il presidente del Napoli ha proposto al tecnico un contratto fino al 2025, con un ingaggio di 1,5 milioni di euro a stagione, più bonus legati ai risultati. Tudor ha apprezzato il progetto e la fiducia del club, e ha chiesto solo qualche ora di tempo per riflettere e dare la sua risposta definitiva.

Tudor, infatti, ha altre offerte sul tavolo, tra cui quella del Besiktas, il club turco dove ha giocato da calciatore e che lo vorrebbe come allenatore. Tuttavia, il Napoli sembra avere la priorità, sia per il fascino della Serie A, sia per la possibilità di disputare la Champions League. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Garcia richiama i giocatori del Napoli
Rudi Garcia agitato mentre il Napoli è in fase d’attacco (Photo by Ivan Romano/Getty Images)

Per Garcia esonero è questione di ore

Se Tudor dovesse accettare l’offerta del Napoli, l’esonero di Garcia sarebbe immediato. Il francese, infatti, ha già lasciato la città e si trova a Parigi, dove aspetta solo la comunicazione ufficiale del club. Garcia, arrivato a settembre al posto di Spalletti, ha raccolto solo 21 punti in 12 partite.

Il Napoli, quindi, è pronto a voltare pagina e a ripartire da Tudor, un tecnico giovane ma già esperto, che ha dimostrato di saper valorizzare i giovani e di adattarsi alle diverse situazioni. Tudor potrebbe esordire già dopo la sosta quando il Napoli affronterà l’Atalanta, tra le principali concorrenti per la lotta alle prime quattro posizioni in classifica.

Argomenti