Vai al contenuto

CR7 che bel gesto: dice all’arbitro che non è rigore

CR7 che bel gesto: dice all’arbitro che non è rigore

Cristiano Ronaldo ha dimostrato ancora una volta di essere un campione non solo per le sue doti tecniche, ma anche per il suo spirito sportivo. Il portoghese, infatti, si è fatto annullare un rigore a favore del suo Al-Nassr nella partita di Champions League asiatica contro il Persepolis, disputata lunedì 27 novembre a Riyadh. Il gesto di fair play di Ronaldo è diventato virale sui social, dove molti utenti lo hanno elogiato per la sua onestà e il suo rispetto per gli avversari.

Leggi anche: Cristiano Ronaldo segna con un pallonetto da centrocampo

Leggi anche: CR7, reazione polemica al Pallone d’oro di Messi

L’episodio è avvenuto dopo appena due minuti dall’inizio del match, quando il risultato era ancora di 0-0. Ronaldo, lanciato in area di rigore, è stato contrastato da Salisu, difensore del Persepolis, che ha toccato la palla con la mano. L’arbitro, senza esitare, ha fischiato il penalty per il Al-Nassr, scatenando le proteste dei giocatori iraniani. Ronaldo, però, si è avvicinato all’arbitro e gli ha detto che non c’era stato alcun fallo, e che quindi il rigore doveva essere annullato. L’arbitro, dopo aver consultato il VAR, ha accolto la richiesta di Ronaldo e ha fatto riprendere il gioco con un calcio di rinvio per il Persepolis. (CONTINUA DOPO IL VIDEO)

Effettivamente, come si vede dalle immagini del VAR, il portoghese è inciampato da solo e non ha accennato alcuna protesta fino a ché non ha sentito il fischio dell’arbitro. La gara tra Al-Nassr e Persepolis si è poi conclusa con il risultato di 0-0, un punto che non ha condizionato in alcun modo la squadra di Cristiano Ronaldo che si mantiene saldamente in vetta al girone.

Ronaldo si prepara a battere una punizione con Al Nassr
Cristiano Ronaldo concentrato nella sua solita postura prima di un calcio di punizione (Photo by Fayez NURELDINE / AFP) (Photo by FAYEZ NURELDINE/AFP via Getty Images)