Vai al contenuto

Benfica Inter: stop Dumfries, Inzaghi applica il turnover

Benfica Inter: stop Dumfries, Inzaghi applica il turnover

L’Inter arriva alla gara contro il Benfica con la qualificazione già in tasca. Simone Inzaghi deve fare a meno di Dumfries e applicherà il turnover.

Primato e ranking

La sfida contro il Benfica, seppur ininfluente ai fini della qualificazione al turno successivo, ha comunque una grande importanza per il primato nel girone. I nerazzurri si contenderanno il primo posto con la Real Sociedad. Proprio contro gli spagnoli si chiuderà la prima fase a San Siro nella sesta e ultima partita della fase a gironi. Inzaghi vorrebbe evitare di qualificarsi da secondo per non incrociare il proprio cammino con le prime classificate. La vittoria contro il Benfica permetterebbe all’Inter di aumentare i propri guadagni dalla UEFA: finora, la squadra ha incassato 9.33 milioni di euro, che potrebbero salire a oltre 12 milioni in caso di successo. Inoltre, la vittoria porterebbe a un miglioramento del ranking per club, che determina le fasce per la prossima Champions League a 32 squadre. L’Inter è attualmente all’ottavo posto, a un passo dal Manchester United e in corsa per sorpassare il Chelsea, che non disputa le coppe europee. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Leggi anche: Magic Maignan, Adli svela un retroscena sull’ultima gara

Leggi anche: Serie A: riforme, stadi e l’ipotesi riduzione squadre in campionato

Sanchez
Alexis Sanchez segna il gol del vantaggio in Inter-Salisburgo. (Photo by Stefano Guidi/Getty Images)

Dumfries indisponibile in Champions

L’esterno olandese dell’Inter Denzel Dumfries non partirà per Lisbona per la sfida di Champions League contro il Benfica. Il giocatore ha riportato un leggero affaticamento muscolare e, per precauzione, Simone Inzaghi ha deciso di lasciarlo a riposo. Dumfries resterà a Milano per recuperare e sarà a disposizione per la trasferta di Napoli di domenica prossima. Il suo forfait, quindi, non stravolge i piani dell’allenatore nerazzurro, che avrebbe comunque potuto contare su alternative sulla corsia di destra. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Thuram e Calhanoglu
Hakan Calhanoglu festeggia con il compagno di squadra Marcus Thuram dopo aver segnato un rigore (Foto di Jonathan Moscrop/Getty Images)

La probabile formazione dell’Inter

Il tecnico interista ha provato Bisseck in difesa nel corso degli allenamenti. Asllani, Frattesi e Klaassen sono candidati a partire dal primo minuto, così come Juan Cuadrado che si è lasciato alle spalle il problema al tendine d’Achille. Si Sanchez che Arnautovic hanno recuperato dagli acciacchi e potrebbero far rifiatare Lautaro Martinez, reduce da una sequenza di gare sempre da titolare. Inzaghi potrebbe anche concedere una possibilità ad Audero, lasciando Sommer in panchina. Carlos Augusto dovrebbe partire titolare a sinistra, mentre per Bastoni il rientro dovrebbe avvenire contro il Napoli al Maradona.

Le probabili formazioni di Benfica Inter:

INTER (3-5-2): Audero; Darmian, de Vrij, Acerbi; Cuadrado, Asllani, Calhanoglu, Frattesi, Carlos Augusto; Arnautovic, Thuram. Allenatore: Simone Inzaghi.

BENFICA (3-4-3): Trubin; Antonio Silva, Victor, Morato; Joao Mario, Joao Neves, Florentino, Aursnes; Di Maria, Musa, Rafa Silva. Allenatore: Roger Schmidt.

Una stagione intensa

La stagione dell’Inter promette di essere molto intensa. Inzaghi punta ad arrivare in fondo alle tre competizioni, come accaduto nella scorsa stagione con tanto di finale di Champions League al termine di una lunga cavalcata. “Barella ha fatto più di 50 partite lo scorso anno, c’è un logorio psicofisico e ci deve essere un confronto con UEFA e FIFA perché il rischio d’impresa sta nei club. Il caso Eriksen è clamoroso, abbiamo dovuto svalutare un asset e il confronto deve esserci quanto prima” ha detto Beppe Marotta a margine dell’evento Rcs Sport Industry Talk.

Leggi anche: Preolimpico basket, l’Italia rischia l’incrocio con la Lituania

Argomenti