Vai al contenuto

ATP Honk Kong, Musetti supera Wong: affronterà Kotov

ATP Honk Kong, Musetti supera Wong: affronterà Kotov

Buona la prima per Lorenzo Musetti agli ATP 250 di Hong Kong. Il tennista italiano ha eliminato in due set (6-4, 7-5) il debuttante Wong. Al secondo turno del torneo affronterà il russo Kotov. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Leggi anche: Milan, proposta la giovane punta Jhon Durán: i dettagli

Leggi anche: Nadal torna e vince: “Giorno emozionante”

GettyImages 1258736915 1 1024x680
16 June 2023, Baden-Württemberg, Stuttgart: Tennis: ATP Tour – Stuttgart, Singles, Men, Quarterfinals. Musetti (Italy) – Tiafoe (USA). Lorenzo Musetti in action. Photo: Marijan Murat/dpa (Photo by Marijan Murat/picture alliance via Getty Images)

Lorenzo Musetti è tornato alla vittoria dopo sei sconfitte consecutive e lo ha fatto in una splendida occasione. Il tennista italiano ha battuto il debuttante Chak Lam Coleman Wong nel primo turno dell’ATP 250 di Hong Kong: 6-4, 7-5 il punteggio finale, un’ora e 46 minuti la durata complessiva dell’incontro. Un successo che mancava dal 29 settembre, nella sfida contro Khachanov a Pechino. Nonostante il rischio nel finale – subendo il controbreak del 19enne di Hong Kong – Musetti è riuscito a riportarsi avanti e ad aggiudicarsi il match.

Kotov il prossimo avversario

Mercoledì, Musetti farà il suo ritorno in campo per il secondo match a partire dalle 11 del mattino, sempre sul Centrale. L’avversario in questa occasione sarà il russo Pavel Kotov, attualmente posizionato al 67º posto nel ranking mondiale. Kotov ha vinto il suo primo incontro contro il portoghese Borges in due set. Non ci sono precedenti confronti tra Musetti e Kotov. Nel futuro potrebbe profilarsi un possibile quarto di finale contro il secondo favorito Karen Khachanov, che affronterà il tennista finlandese Ruusuvuori.

Le parole di Musetti

Musetti ha commentato così la vittoria ottenuta, quasi liberatoria dopo il lungo periodo di astinenza: “È stato piuttosto bello giocare il mio primo match del 2024 in una città in cui non ero mai stato. È la mia prima volta a Hong Kong e mi sono goduto l’atmosfera presente sugli spalti. Ovviamente contro Coleman (Wong, ndr) il pubblico non era dalla mia parte, ma penso sia giusto. Lui ha giocato un grande match, soprattutto nella parte finale ha lottato duramente. Ha servito davvero bene. Non lo conoscevo bene prima della partita. Posso dire che è una brava persona e un ottimo giocatore. Penso che avrà un brillante futuro davanti a sé e gli auguro buona fortuna“.

Argomenti