Vai al contenuto

Andrea Giambruno, disastro sul caso di Palermo: la frase choc fa scoppiare la polemica

Andrea Giambruno, disastro sul caso di Palermo: la frase choc fa scoppiare la polemica

L’intero paese è sotto choc dopo i recenti avvenimenti di stupro avvenuti a Palermo e Caivano. I Tg e tutte le testate commentano e danno informazioni sugli sviluppi dei casi, tra questi anche Andrea Giambruno, ne ha parlato in studio a Diario del Giorno, programma in onda su Rete4 dalle 15:30 alle 16:40. Il compagno della Meloni però, si è lasciato andare a commenti personali che hanno suscitato l’indignazione del pubblico. (continua)

Leggi anche: Kata scomparsa, accertamenti per chiarire se sia davvero all’estero: ultime notizie

Leggi anche: “Non vedo l’ora”: Michelle Hunziker, la notizia che nessuno si aspettava

andrea giambruno

Andrea Giambruno, la frase choc fa scoppiare la polemica

Forse dovremmo essere più protettivi nel dialogo e nel lessico. Se vai a ballare, tu hai tutto il diritto di ubriacarti – non ci deve essere nessun tipo di fraintendimento e nessun tipo di inciampo – ma se eviti di ubriacarti e di perdere i sensi, magari eviti anche di incorrere in determinate problematiche perché poi il lupo lo trovi“. Queste le parole pronunciate da Andrea Giambruno durante la puntata di ieri di Diario del Giorno, riferendosi al caso di stupro di gruppo avvenuto a Palermo ai danni di una 19enne. (continua dopo la foto)

Leggi anche: Giulia Tramontano, svolta nelle analisi: cos’hanno trovato

Screenshot 2023 08 29 alle 11.36.20

In studio erano presenti anche l’avvocata Annamaria Bernardini De Pace, il condirettore di Libero Pietro Senaldi, l’avvocata Ebla Sahmed e l’imprenditore Gianfranco Librand. Il momento che ha incriminato Giambruno è stato quando si discuteva della lettera inviata dal padre di una ragazza violentata a Roma, (lo stupro di Capodanno ndr) alla vittima di Palermo con la chiosa: “Sei sola”. Bernardini De Pace interviene dicendo che serve un cambio di approccio nell’educazione dei genitori verso le ragazze introducendo un meccanismo di “autotutela preventiva”. Senaldi dopo aver condannato i violentatori aggiunge: “Le ragazze hanno il diritto di non essere violentate ma purtroppo la realtà non rispetta i diritti, quindi non devono perdere conoscenza e devono frequentare contesti meno pericolosi possibili. È giusta la frase: nessuno ha il diritto di violentare nessuno, ma non è detto che questo non accadrà”, ha detto il giornalista. (continua dopo la foto)

La gaffe di Giambruno: “Bravissimo, stai parlando più da padre che da giurista” e aggiunge: “Magari uno dice alla figlia di non salire in macchina con uno sconosciuto perché è verissimo che tu non debba essere violentata, perché è una cosa abominevole. Ma se eviti di salire in macchina con uno sconosciuto magari non incorri in quel pericolo. Giambruno poi passa la parola a Librandi spiegando che se “eviti di ubriacarti e perdere i sensi, magari eviti di incorrere in determinate problematiche. Perché poi il lupo lo trovi“. Chissà se Giambruno si sarà reso conto di quello che ha detto.