x

x

Vai al contenuto

Mourinho attacca Sarri: “Io 26 titoli, lui quanti?”

Mourinho attacca Sarri: “Io 26 titoli, lui quanti?”

José Mourinho non ha perso l’occasione di rispondere a Maurizio Sarri, che alla vigilia del derby aveva definito “un’amichevole” la partita tra lo Slavia Praga e la Roma, valida per l’Europa League. Il tecnico portoghese, intervenuto in conferenza stampa, ha attaccato il collega biancoceleste, accusandolo di mancare di rispetto alla squadra ceca e di non avere la mentalità vincente che contraddistingue i grandi allenatori.

Leggi anche: Roma, chi è Luigi Cherubini: il classe 2004 lanciato da Mourinho

Leggi anche: Mourinho provoca l’Inter: “Ha due squadre, io ho i giovani”

“Penso che se qualcuno si deve sentire offeso con le sue dichiarazioni è la gente di Praga, non io – ha detto Mourinho -. Da come ha parlato ha detto che lo Slavia è una squadra senza qualità”. Poi la stoccata finale: “Quello che fa la differenza nella storia degli allenatori è questa mentalità, che ogni partita è una gara seria da giocare e non ci sono amichevoli. Della dichiarazione di Sarri mi piacerebbe sentire il pensiero della Serie A, aspetto”.

La vera stoccata di Mou a Sarri

Jose Mourinho ha in conferenza stampa voluto mandare una stoccata al tecnico biancoceleste, avversario del derby nel weekend, facendo un confronto con i rpsettivi Palmares: “Io rispetto sempre i miei avversari, quello che fa la differenza tra allenatori che hanno vinto 26 titoli e chi ne ha vinte pochi è questa mentalità. Ogni gara è seria e non ci sono amichevoli”. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Mourinho si sbraccia
Mourinho si sbraccia durante la gara di Serie A che ha visto la sua Roma trionfare sul Frosinone per 2-0

Slavia Praga avversario insidioso

Mourinho ha poi elogiato lo Slavia Praga, definendolo un avversario forte e organizzato, che ha messo in difficoltà anche il Servette e lo Sheriff nel girone. “A Roma abbiamo segnato nei primi minuti: in quei casi ci sono le condizioni per fare una gara diversa. Il 2-0 è arrivato dopo 20 minuti e la partita è stata sotto controllo. Ripeto, lo Slavia è una squadra forte, ha giocatori di qualità e una buona organizzazione. L’allenatore è bravo, lo stadio è bello; noi siamo vicini alla qualificazione, loro sono in una situazione privilegiata rispetto a Servette e Sheriff. Sarà una bella partita”.

Mourinho ha infine annunciato che farà turnover contro lo Slavia Praga, schierando i giocatori che sono in condizione di fare due partite in tre giorni. Tra questi ci sarà anche Zalewski, il giovane polacco che ha esordito contro il Bologna e che ha accompagnato il tecnico in conferenza stampa. “È un ragazzo che sta lavorando bene, ha qualità e personalità – ha detto Mourinho – ha fatto una buona partita con il Bologna, ha dimostrato di essere pronto. Domani avrà un’altra opportunità”.

Argomenti