x

x

Vai al contenuto

Italia, sparatoria in centro città: cos’è successo

Italia, sparatoria in centro città: cos’è successo

Attimi di terrore nella serata di ieri 9 marzo. Colpi di pistola tra i tavolini di un locale hanno scosso la tranquilla in pieno centro città. Tragico il bilancio: un uomo è deceduto, tre i feriti portati all’ospedale di cui uno in condizioni gravi. A quanto si apprende, gli uomini della Squadra mobile stanno ascoltando in Questura una persona, mentre sono al vaglio le immagini delle telecamere della zona, dove è avvenuto l’agguato.

Leggi anche: Crolla muro in Italia, auto sotto le macerie: la situazione

Leggi anche: Novara, trovato un uomo carbonizzato dentro una stalla: il retroscena inquietante

Sparatoria in centro città: cos’è successo

In via Aldo Moro, nel centro città di Frosinone, intorno alle 19.30, di ieri 9 marzo, una sparatoria ha scosso la cittadina laziale. Tutto è iniziato con una lite tra due bande rivali all’interno dello Shake bar, una composta di albanesi e l’altra di marocchini. In pochi minuti la situazione è degenerata e il confronto, inizialmente verbale, è presto sfociato in violenza fisica, spostandosi in strada dove i colpi d’arma da fuoco hanno trovato il loro tragico epilogo.

Secondo una prima ricostruzione i quattro albanesi, tra i 20 e 25 anni, sarebbero stati aggrediti mentre erano seduti nel locale. A quel punto uno di loro avrebbe tirato fuori una pistola, una semiautomatica, e avrebbe cominciato a sparare. La vittima, un giovane che avrebbe avuto dei precedenti penali, è stato raggiunto da un proiettile al collo. E’ morto sul marciapiede davanti al bar, dopo vani tentativi dei sanitari di rianimarlo tramite massaggio cardia. Due feriti sono stati portati all’ospedale Spaziani e un altro è stato trasferito all’Umberto I di Roma in gravissime condizioni. (continua dopo la foto)

Leggi anche: Venezia, il corpo di una donna è stato recuperato nella laguna: di chi si tratta

Le parole del sindaco

Sulla vicenda indaga la Squadra Mobile di Frosinone, che, a quanto si apprende, avrebbe al vaglio una pista. Intanto il primo cittadino, Riccardo Mastrangeli, visibilmente turbato dall’accaduto, ha espresso il suo sconcerto e il dolore che questa violenza ha inflitto all’intera città: “Sono sconvolto, sono qui sul posto. Una sparatoria del genere, in pieno centro, è una cosa assurda, siamo sotto choc. C’è stata molta paura tra la gente che in quel momento era in strada: è sabato sera ed era l’ora dell’aperitivodice all’Adnkronos. ”Ho sentito il prefetto, domani mattina alle 11 è stato convocato il Comitato per l’ordine e la sicurezza’La comunità chiede risposte e azioni concrete per riportare la sicurezza e la serenità sulle strade.