Vai al contenuto

“In onda”, incidente in diretta Tv: la reazione di Marianna Aprile

“In onda”, incidente in diretta Tv: la reazione di Marianna Aprile

Durante la puntata di ieri, domenica 23 luglio 2023, Luca Telese e Marianna Aprile hanno intervistato Franco Bechis a proposito del caso di Patrick Zaki. Mentre l’ospite stata facendo un discorso, ad un certo punto viene interrotto. Incidente in diretta: come ha reagito la conduttrice? (Continua dopo le foto)

Leggi anche: Gioco tra ragazzi si trasforma in tragedia: uno è gravissimo

Leggi anche: Vittorio Feltri, il racconto choc della malattia: cosa gli è successo

in onda bechis 683x1024

“In onda”, incidente in diretta Tv: la reazione di Marianna Aprile

L’argomento trattato nella puntata di ieri di In Onda era Patrick Zaki. Il ragazzo è stato arrestato nel 2020, mentre era studente dell’università di Bologna. Patrick ha trascorso 22 mesi dietro le sbarre di una prigione egiziana, sulla base di accuse di sedizione e diffusione di notizie false online costruite attorno a un articolo del 2019 in cui raccontava episodi di discriminazione contro i cristiani copti in Egitto. Il direttore di Open ha spiegato perché è tanto interessante il caso di Zaki per l’opinione pubblica. “Zaki non ha fatto niente e finiva in carcere per non aver fatto niente. Con una sentenza anche molto pesante e probabilmente voluta, suggerita da Al Sisi per fare la grazia dopo e farla pesare dopo”, ha detto nel suo intervento nel programma di La7. (Continua dopo le foto)

Leggi anche: Porta il cadavere dello zio alle poste: il motivo è folle

Leggi anche: Terremoto in Italia, doppia scossa all’alba: la zona colpita

in onda incidente 683x1024

Incidente a “In Onda”

“È un attivista egiziano che ha vissuto e studiato in Italia, non un personaggio pubblico enorme, che per non aver fatto niente, se non esprimere un’opinione come si fa in tutto il mondo occidentale, si trovava in carcere, torturato e poi liberato, poi di nuovo sotto processo… È chiaro che è una storia che ha preso”, ha proseguito Bechis. “È un attivista dei diritti umani che per questo ha deciso di non salire su un aereo di Stato, anche se sarebbe stato più comodo e gratuito ma in contrasto con l’essere appunto un attivista dei diritti umani. Anche per il governo è meglio che sia andato così…”, ha dichiarato Bechis. Poi ha interrotto il suo discorso e in sottofondo si sente il rumore dell’assistente vocale attivato per sbaglio. “È la seconda volta che succede questa settimana”, ha sbottato la Aprile.