x

x

Vai al contenuto

Dramma in Italia, 21enne uccisa a coltellate: poi la terribile scoperta sul suo ex

Dramma in Italia, 21enne uccisa a coltellate: poi la terribile scoperta sul suo ex

Ancora giovani donne uccide da ex fidanzati che non accettavano a fine della loro storia. È successo a Silandro in provincia di Bolzano, una ragazza di 21enne è stata accoltellata da Omer Cim, il suo ex ragazzo di origini turche. (continua)

Leggi anche: Tsunami di fango in Italia: il bilancio è drammatico

Leggi anche: Giuliacci, arriva la sentenza: quando finisce l’estate, ecco la data

21enne uccisa

Dramma in Italia, 21enne uccisa a coltellate

Una vita stroncata così presto da chi, appena ne ha avuto l’occasione, non ci ha pensato due volte. Celine Frei Matzohl originaria di Corces, una piccola località della val Venosta, sempre in Alto Adige, a 21 anni è stata uccisa a coltellate dal suo ex fidanzato Omer Cim. Il corpo insanguinato della giovane è stato ritrovato in casa dell’uomo che, poco prima di essere arrestato aveva tentato di scappare. (continua dopi la foto)

Leggi anche: Giacomo morto schiacciato dal grana: la lettera choc dei figli al funerale

Le dinamiche dell’omicidio

A dare l’allarme sono stati i familiari della 21enne che, non vedendola in casa hanno avvertito le forze dell’ordine. Sono passate sole poche ore prima che gli agenti ritrovassero il corpo senza vita di Celine a casa dell’ex. È successo tutto nella giornata di domenica 13 agosto. Il motivo che ha spinto Omar a quel brutale gesto non è ancora chiaro, potrebbe trattarsi di vendetta passionale, ma è solo un’ipotesi. Dopo che l’uomo ha commesso l’omicidio ha tentato di scappare all’estero, precisamente in Austria. l’uomo è stato arrestato a Passo Resia, dopo che, in precedenza, non si era fermato ad un posto di blocco. Gli agenti dei carabinieri sono stati costretti a sparare alle ruote dell’auto su cui viaggiava (una Ford Fiesta) per fermare la sua corsa. A quel punto Omar è finito fuori strada ed è stato subito arrestato. Celine era scomparsa da sabato, il giorno prima del ritrovamento del corpo esanime.

La giovane era molto conosciuta nel paese e lavorava come collaboratrice in un albergo della zona ed in passato, anche in un consorzio agrario di Silandro. Omar non ha rilasciato nessuna dichiarazione agli inquirenti, l’udienza di convalida del fermo è confermata per mercoledì 16 agosto. La famiglia di Celine è distrutta e tutta la cittadina si stringe intorno a loro. Anche il Sindaco del paese ha dichiarato all’ANSA: “Siamo sotto shock ancora non riusciamo a credere a quello che è successo. Credo sia la prima volta che succede qualcosa del genere nella nostra comunità. Io personalmente non ricordo in tutta la mia vita di aver saputo di un omicidio”.