Vai al contenuto

Ancelotti difende Maldini: “Cardinale senza rispetto per la storia del Milan”

Ancelotti difende Maldini: “Cardinale senza rispetto per la storia del Milan”

Il tecnico del Real Madrid Carlo Ancelotti ha commentato in un’intervista rilasciata la Giornale la scelta di Cardinale di sollevare dall’incarico di direttore tecnico Paolo Maldini

Ancelotti Maldini. Il tecnico del Real Madrid Carlo Ancelotti ha preso le difese di Paolo Maldini dopo il licenziamento subito dall’ex direttore tecnico rossonero per scelta del proprietario Gerry Cardinale. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

GettyImages 74335006 1 1024x683
MILAN, ITALY – MAY 24: AC Milan coach Carlo Ancelotti (L) holds the Champion’s League trophy with Paolo Maldini during their arrival at the Malpensa Airport on May 24, 2007 in Milan, Italy. (Photo by Getty Images)

“Io a Madrid ho imparato che la storia di un club va rispettata sempre (…). Per conservare la storia ai massimi livelli, va tutelata la memoria del passato, quello che è successo con Maldini dimostra una mancanza di cultura storica, di rispetto della tradizione milanista. Se è vero che con la storia non si vince è anche vero che la storia insegna a vincere”, queste le dichiarazioni di Ancelotti sul licenziamento improvviso dato da Cardinale a Maldini. Sul proprietario rossonero, l’allenatore emiliano si è così espresso: “I club di football che pensano di fare business al di sopra dello spirito sportivo sono destinati a fallire”.

Ancelotti Maldini: ma cos’è successo?

Le dichiarazioni indignate di Ancelotti fanno riferimento al licenziamento di Maldini annunciato ufficialmente dal Milan in data 6 luglio. Attraverso un breve e freddo comunicato il club rossonero ha così congedato il punto di riferimento più amato e rispettato per quanto riguarda il blasone del Diavolo. Le motivazioni dietro a tale decisione sono da riassumere nella differenza di vedute tra Maldini e Cardinale per il proseguo del progetto sportivo del club. Insieme a Massara, inoltre, pare che Maldini non fosse soddisfatto del lavoro di Pioli e stesse valutando di esonerarlo. Una decisione in contrasto con i pensieri della proprietà, per cui il tecnico rossonero è saldo al timone della squadra.

Ancelotti, ancora Real Madrid

Del futuro di Carlo Ancelotti si è discusso molto nelle ultime settimane. In particolare diverse voci lo hanno accostato alla panchina del Brasile, ma l’allenatore ha così risposto alla domanda sul suo futuro nell’intervista rilasciata al Giornale: “Sto bene a Madrid, ho un rapporto splendido con Florentino Perez, la vita qui è magica. Non smetto e poi è veramente difficile trovare qualcosa di migliore del Real”.

Argomenti