Vai al contenuto

Basket, Banchero dice “No” all’Italia: la reazione della Federazione

Paolo Banchero ha recentemente comunicato di aver rifiutato il proprio approdo nella Nazionale italiana: la reazione di Petrucci e della Federazione

Paolo Banchero ha detto “No” alla nazionale italiana, giocherà i prossimo mondiali con gli Stati Uniti. Una scelta legittima ma che non ha lasciato indifferente la Federazione azzurra che, attraverso il suo presidente Gianni Petrucci, ha così commentato la scelta dell’ala degli Orlando Magic (NBA): “Bastava una telefonata per comunicarcela, invece l’abbiamo saputo dalle agenzie. E nei giorni scorsi, quando è stato a Milano, ha evitato ogni contatto con il Poz”.

Leggi anche: Paolo Banchero snobba l’Italia: farà i Mondiali con il Team USA

Leggi anche: NBA Draft 2023, le scelte: Wembanyama alla 1 va agli Spurs

Una mancanza di comunicazione e di “coraggio” che ha deluso profondamente anche l’allenatore azzurro Pozzecco che negli scorsi mesi aveva intrapreso un’opera di convincimento per provare a portare l’americano con passaporto italiano a scegliere l’Azzurro ai prossimi mondiali. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

GettyImages 1244703567 1 1 1024x683
Italian Federation President Petrucci & Gianmarco Pozzecco head coach (Italy) during the Iternational Basketball Teams 2023 FIBA ??World Cup qualifiers – Italy vs Spain on November 11, 2022 at the Vitifrigo Arena in Pesaro, Italy (Photo by Savino Paolella/LiveMedia/NurPhoto via Getty Images)

Presa in giro per Petrucci

“La considero una presa in giro” ha continuato a La Gazzetta dello Sport Gianni Petrucci che ha aggiunto come ad essere stati illusi da Banchero siano stati i tifosi dell’Italia, oltre che i dirigenti della Federazione, elencando la cronologia delle sue precedenti dichiarazioni: nel 2019 la richiesta del passaporto, nel 2020 l’aver comunicato alla stampa la propria volontà di aiutare l’Italia a qualificarsi per i Giochi di Parigi, ultimo la richiesta del padre di venire in Italia con l’aiuto della Federazione.

“Quando ha capito il suo valore all’interno della Nba è terminato l’aspetto romantico” conclude Petrucci che ha tuttavia anche chiarito come parlare di tradimento sia una parola grossa: “Nello sport queste situazioni accadono e ci sono allenato”.

Argomenti